Il Climate Change? Per i pinguini è un vantaggio (ma solo nel breve termine)

Con meno giaccio possono pescare più facilmente e si riproducono di più. Ma le loro prede invece diminuiscono col surriscaldamento e quindi in futuro il cibo per loro potrebbe scarseggiare

Foto Ansa EPA/FRIEDEMANN VOGEL

Il cambiamento climatico sta sconvolgendo gli ecosistemi di tutto il mondo, mettendo in diffficoltà le specie animali dei diversi continenti. Ma ce n'è una che a quanto pare potrebbe trovare giovamento grazie a questo mutamento del nostro pianeta, almeno nel breve periodo: i pinguini.

Lo studio

Secondo uno studio dell'Istituto nazionale giapponese di ricerca polare, pubblicato sulla rivista Science Advances, per quanto riguarda il Pigoscelide di Adelia, pinguino più diffuso nell'Antartico "le condizioni del corpo e il successo riproduttivo sono migliorati in un ambiente privo di ghiaccio". Taggando 175 esemplari e utilizzando accelerometri, videocamere e dispositivi di localizzazione per monitorare la caccia di questi animali, i ricercatori hanno scoperto che quando non c'era ghiaccio i pinguini nuotavano molto di più, erano molto più efficienti e catturavano molto più krill in assenza di grosse lastre di ghiaccio. L'articolo afferma che "i pinguini hanno cercato prede in aree più estese, percorrendole in periodi più brevi nella stagione senza ghiaccio". E la stagione più calda è anche quella in cui allevano molto più pulcini.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Non vale lo stesso per le loro prede

Ma la natura è un mondo complesso e interconnesso, e quindi i vantaggi che sembrano avere i pinguini in alcune zone del mondo, grazie al surriscaldamento del pianeta, potrebbero nel lungo periodo rivelarsi controproducenti. Lo stesso studio parla infatti di risultati conttrastanti, e spiega ad esempio che “l'ampio ghiaccio marino in inverno fa aumentare la riproduzione del krill antartico, la principale preda dei pinguini”, che quindi si potrebbero ad affrontare scarsità di cibo se il trend dovesse continuare.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scoperto nei maiali in Cina nuovo virus “con potenziale pandemico per l’uomo”

  • “Mangiate meno formaggio”, la 'rivoluzione' francese per il bene del clima

  • Così le banche dello sviluppo sostengono massicciamente gli allevamenti intensivi

  • La Malesia denuncia l'Ue al Wto: “Lo stop all’olio di palma danneggia la nostra economia”

  • Le condizioni di lavoro nei macelli li rendono possibili focolai di coronavirus

  • Via libera all'etichetta per tutelare i salumi Made in Italy

Torna su
AgriFoodToday è in caricamento